Naming: 6 principi per scegliere quello giusto

Naming

Se sei un habitué di questo blog, ti sarà ormai chiaro che il naming è la base per costruire un brand di successo. 

Un posizionamento impeccabile, una strategia di marketing e commerciale eccezionale ed un prodotto estremamente innovativo e richiesto, se accompagnate al nome sbagliato, possono trasformare il tuo nuovo brand in un fiasco colossale. 

In questo articolo, stai per scoprire i 6 elementi di un nome di successo. Non conoscerli potrebbe condurti all’utilizzo di nomi inefficaci e che renderanno sterile il tuo brand. 

 

1. BREVE

Più un nome è breve meglio è. I nomi brevi sono facili da ricordare rispetto a nomi lunghi e complicati. Steve Jobs lo aveva capito bene quando decise di abbreviare il nome del suo computer Macintosh semplicemente in Mac.

Oppure, pensi che sia stato Facebook il primo social network nato con l’obiettivo di riunire vecchi amici? No, è stato Friends Reunited, ma già solo scrivere nella stringa di ricerca www.friendsreunited.com ti faceva passare la voglia di riallacciare i vecchi rapporti.

 

2. SEMPLICE

Semplice è diverso da breve. Significa non ricco di lettere diverse, facile da pronunciare, senza numeri, underscore o altri simboli strani. Ad esempio, all’alba dell’era dei videogiochi in grafica 3D, vi era un’azienda pioniera del settore in grado di realizzare processori grafici e schede video di altissima qualità. Il problema è che si chiamava 3DFX Interactive. È fallita nel 2002.

Altri nomi complicati sono ad esempio quelli di questi due brand produttori di auto, la coreana SsangYong e la svedese Koenigsegg. Anche Xiaomi avrebbe vita più facile se cambiasse il nome in qualcosa di più occidentale.

 

3. SUGGESTIVO DELLA CATEGORIA

Un nome potente è un nome specifico, non generico, come Google o Yahoo!. Ma se riesci a trovare un nome suggestivo della categoria che aiuta il consumatore a capire in quale tipologia di prodotti operi, allora potrebbe essere una buona mossa.

Un modo per farlo è quello di accorciare il nome della categoria in cui operi, facendo diventare il tuo nome meno generico e più specifico. Ad esempio Federal Express diventa FedEx. Il nome della compagnia aerea Finnair, deriva dall’abbreviazione delle parole Finland e Air. Group Coupon invece diventa Groupon. 

Altre volte il nome può essere frutto dell’utilizzo di una parola che suggerisce la categoria, come PlayStation, Airbnb e Mailchimp

 

4. UNICO

Un nome unico parte da un foglio bianco. Non utilizza nessuna parola già esistente nel vocabolario ma è un nuovo nome creato da zero. In ogni caso però, deve seguire dei requisiti come essere breve, semplice e facile da pronunciare.

Alcuni esempi sono Rolex, Google e Lexus.

 

5. ALLITTERATIVO

La mente da tanta importanza al suono, per questo il suono di un nome è più importante di come appare (cioè le lettere che lo compongono) e del suo significato. Quindi è una buona idea utilizzare rime e suoni gradevoli come le allitterazioni per rendere un nome memorabile. 

Alcuni nomi con allitterazioni sono Coca-Cola, PayPal e Rolls Royce.

 

6. SCIOCCANTE

I nomi migliori per un brand, hanno solitamente un elemento di sorpresa, riescono a stimolare la mente e così ad essere ricordabili. Come Monster, Virgin e Amazon

I nomi descrittivi, sono l’opposto di quelli scioccanti, non creano alcuna emozione e pertanto sono difficili da ricordare (oltre che da registrare). Nomi troppo descrittivi come Crema Cioc per una crema al cioccolato e Decaffè per un caffè decaffeinato, è impossibile che abbiano successo oltre che difficilmente difendibili e/o registrabili. 

 

Il nome ideale per il tuo brand dovrebbe contenere molte di queste caratteristiche, pertanto potresti anche impiegare mesi a trovare quello giusto (come successo con il fondatore di Rolex), soprattutto se non ti fai aiutare da dei professionisti, e comunque finire con sceglierne uno sbagliato se non hai esperienza nella materia come chi ne crea un paio al mese, da anni. 

A presto! 

 

📚 I NOSTRI LIBRI PREFERITI 📚

1️⃣ https://amzn.to/3c38S4c 

2️⃣ https://amzn.to/3eVk98A 

3️⃣ https://amzn.to/3c1kG6W 

 

📚 LIBRI CONSIGLIATI 📚

 

BRAND POSITIONING

👉 Positioning ===> https://amzn.to/3eZ3WiQ 

👉 Zero Concorrenti ===> https://amzn.to/3s3Uhek  

👉 Strategia Oceano ===> https://amzn.to/3eYWmok 

PUBBLICITÀ PERSUASIVA

👉 I miti di Madison Avenue ===> https://amzn.to/3r90unT 

👉 Scientific Advertising ===> https://amzn.to/2QkgWoJ 

COPYWRITING

👉 Cashvertising ===> https://amzn.to/3c1JSuc 

👉 The Ultimate Sales Letter (INGLESE) ===> https://amzn.to/310iO8i 

 

 

Se hai domande o vuoi ulteriori chiarimenti

 

DISCLAIMER

Il presente blog è a scopo informativo senza alcun contenuto commerciale o pubblicitario. Tutte le immagini pubblicate in questo sito sono opere d’ingegno e protette sulla base della normativa sui diritti d’autore. Rimane inteso che ogni immagine all’interno del blog non è a scopo commerciale. Eventuali immagini non autorizzate dell’autore stesso saranno da noi rimosse entro le 24 ore dell’eventuale richiesta.
Il presente blog potrebbe contenere link di affiliazione. Utilizzando questi link a te non cambierà niente ma noi riceveremo un piccolissimo contributo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *